Il Prete della Caritas che predica l’Odio contro gli italiani, e difende i clandestini

UN PRESUNTO PARROCO, TUTTO TESO A DIFENDERE IL PROPRIO BUSINESS DELL’ACCOGLIENZA, ATTACCA SALVINI CON EPITETI POCO CRISTIANI:

(notixwebMentre il Lardoso, l’ultimo rottame della Lega, gira in tutta Italia e va su tutte le tv a sbeffeggiare tutti, gasato dal consenso che sta ottenendo tra i perbenisti disperati, ecco che si viene a scoprire che la “stramaledetta” ‘ndrangheta ha preso casa qui in Lombardia e nella nostra ridente Brianza, prima tutta democristiana, ora in gran parte ancora leghista. Ma che dici? Non è vero! Non è possibile! Noi siamo onesti, lavoratori, cattolici! 

E lui, il Lardoso, vuole ripulire i cessi dei Centri di assistenza per extracomunitari, “covi” di delinquenza, e non vede ciò che ha in casa: mafia, camorra, ‘ndrangheta. Vuole ripulire lo sporco dello Stato buonista, e lui è dentro in pieno nella merda. Ma non è colpa sua. È un idiota per nascita. Coglione per vocazione! Il problema sono quelli che dovrebbero “vedere”, ma non “vogliono” vedere.
Noi brianzoli siamo bravi, grandi lavoratori, onesti, puri, credenti! Difatti, lo si vede: pensate solo a riempirvi la pancia nelle feste paesane, tra una messa e una bevuta, pronti a scannarvi per un sentiero conteso, e se vi capita di fare fortuna, e di aprire una ditta, allora ogni raccomandazione è buona, e arrivate anche a baciare il culo dei mafiosi.

 
                                                                                                         La risposta di Salvini:
 Tal don Giorgio De Capitani, parroco (?) in Brianza, scrive su Fb e sul suo Sito che “anche i bambini sanno che la LEGA tornerà presto nella FOGNA, da dove è venuta” e che io sarei un “eroe-cretino”, anzi sarei un “lardoso, ultimo rottame della Lega”.

Mica male per un Uomo di Chiesa.
E poi ci si stupisce se tanta gente non va più a Messa…
Caro Don Giorgio, io sono certo un peccatore, ma tu mi fai pena.

 

http://ripuliamolitalia.altervista.org/il-prete-della-caritas-che-professa-lodio-verso-gli-italianifanno-schifo/